17 luglio 2005

Un giovane del sud

Peppino Impastato rappresenta il ragazzo del sud che non c'è più o che sta scomparendo. Peppino rappresenta una reazione forte, la ribellione ad una società malata. Soltanto l'insofferenza porta al coraggio ed alla determinazione, alla ricerca del riscatto sociale. Peppino è un mito che va difeso e rafforzato ed al quale tanti giovani del sud dovrebbero guardare come modello per un riscatto sociale, rifiuto dell'apatia e dell'individualismo esasperato in cui è immersa questa nostra società.

Luca

3 commenti:

Marta ha detto...

Luca,sono d'accordo con te! sono una ragazza del sud, ho avuto la fortuna di avere un'educazione improntata ai valori di sinistra e la possibilità di studiare, di frequentare l'università, ma non tutti ce l'hanno. L'ignoranza (nel senso letterale del termine: non conoscenza delle cose) in cui il sud, i ragazzi del sud (e questo fa paura)vivono non permetterà mai loro di risollevarsi, di guardare la realtà con occhi cosapevoli, di oltrepassare, abbattendolo, quel muro di omertà dietro cui si nascondono!

Luca ha detto...

Ciao Marta, grazie per il tuo commento. Ho pensato più che all'idea di omertà a quella che il giovane del sud vive lontano dal mondo, come anche tu hai sottolineato, alla sua incapacità di guardare oltre il recinto che lo protegge e nel quale è contento di coltivare il suo giardino. Per me Peppino rappresenta un simbolo perchè crea la ribellione all'interno del suo stesso recinto, lotta per cambiare la società in cui è nato ed in cui vive, senza decidere di scappare per andare a soddisfare altrove la sua sete di insoddisfazione. Se tanti giovani del sud fossero tanti Peppino Impastato credo che molte cose inizierebbero a cambiare.

Marta ha detto...

Sì. Io la vivo quotidianamente nel mio piccolo paesino questa situazione di disagio...sembra che tutti sappiano tutto su tutti, nessuno approva sia ben chiaro, ma nessuno ha neppure il coraggio di alzare la testa, di ribellarsi e di uscire da quel guscio protettivo che crede di essersi creato. Peppino, la sua poesia, la sua storia, la sua verità come lama tagliente ha trafitto il potere dei "grandi" arrivando dritto al cuore di chi l'ha saputo capire, apprezzare e di chi, come me, come te (e spero molti altri) ne portano dentro il ricordo e ne fanno valore di vita.